Benvenuti.. Mi chiamo Elisa, classe 1987, moglie di un marito meraviglioso, Paolo, il mio "assaggiatore di corte", figlia di due genitori splendidi, la mamma che mi ha ispirato con la sua passione nel preparare il ragù alla bolognese nei pomeriggi invernali con la condensa del vapore sulle finestre, il papà che mi ha regalato la sua dolcezza e la sua pazienza nell'assecondarmi in qualsiasi mia stramberia culinaria, facendomi i complimenti anche se il cibo non era dei migliori.

La cucina è diventata da poco una valvola di sfogo, un hobby rilassate dal quale, forse, pretendo troppo; non faccio mai la stessa ricetta due volte, sono sempre in continuo movimento nel cercare libri di cucina e sfogliarne le pagine fino ad arrivare all'ispirazione del momento. Una vera e propria passione l'ho trovata nei dolci, proprio io che ho un marito diabetico e una personale intolleranza al lattosio... buffo no? Così invento e modifico le ricette fino ad adattarle alle nostre esigenze, facendo lavorare l'immaginazione. Adoro indossare il grembiule che mi ha regalato la nonna da bambina, quando insieme preparavamo le crescentine fritte, sporcarmi di farina fino ai gomiti e poi dimenticandomi di essere sporca, me la spargo su tutta la faccia per spostarmi i ciuffi di capelli che rimangono fuori dalla coda, insomma, adoro il cibo... godiamocelo.

BARCHETTE AL LIMONE - FATTE DA LUI

Buongiorno e buon week and a tutti voi! Oggi posto un dolcino che mai avrei pensato potesse un giorno essere fatto interamente da mio marito o_O eh si, avete capito benissimo, anche lui si è dilettato tra i fornelli..... che sia contagioso?? :) Queste barchette sono state preparate per una cena tra amici, anche loro sposati da poco, appena tornati dal viaggio di nozze; avevo nella mia mega credenza una scorta di queste barchette di pasta frolla già pronte che da un pò di tempo non trovavano collocazione e così abbiamo deciso che la pancia era il posto migliore. La crema al limone è un classico che quasi tutti sanno fare, ma questa, almeno a mio avviso, è diversa, senza latte.

Crema al limone:

2 limoni
40 gr di farina
100 gr di zucchero
1 uovo e 1 tuorlo

Per decorare:
fettine di limone

Portate ad ebollizione la scorza di un limone con 2,5 dl di acqua. Sbattete i tuorli con lo zucchero così da ottenere una crema liscia e spumosa. Incorporatevi poco alla volta l'acqua aromatizzata al limone, filtrata con un colino. Versate il composto in un pentolino e fate sobbollire a fuoco dolce per una decina di minuti. Togliete dal fuoco, aggiungetevi il succo di limone e l'albume montato a neve, amalgamate bene gli ingredienti e lasciate raffreddare. Farcite le barchette con la crema, decorate con fettine di limone e servite.




CLAFOUTIS DI PRUGNE PROFUMATO ALLO ZENZERO

So che con questo caldo africano mi prenderete per matta, ma quando la voglia di dolce chiama, non si può resistere per i più deboli come me, e quindi avendo tutti gli ingredienti in casa ho sfruttato una ricetta presa da una rivista di cucina molto conosciuta. (essendo intollerante al latte, ho sostituito con quello di soia.... ognuno fa come può :))

Ingredienti per 6 persone:

600 gr di prugne rosse e gialle
4 dl di latte
80 gr di farina
4 uova
100 gr di miele di acacia
30 gr di burro
un pizzico di zenzero in polvere
zucchero a velo
un pizzico di sale

Lavate le prugne, asciugatele, tagliatele a metà, snocciolatele e riducetele a spicchi. Riunite in una casseruola il latte con lo zenzero, mescolate e scaldatelo fino al limite dell'ebollizione. Togliete dal fuoco e lasciate intiepidire. Sgusciate le uova in una ciotola, aggiungete il miele e sbattete con una frusta, fino ad ottenere un composto spumoso. Incorporate la fatina setacciata, un pizzico di sale e versate il latte aromatizzato a filo. Disponete le prugne in 6 pirofiline imburrate di 16 cm di diametro. Versate la pastella intorno alla frutta e cuocete i clafoutis in forno già caldo a 180° per 30 minuti. Lasciateli intiepidire e serviteli spolverizzati con poco zucchero a velo.


STRACCETTI DI POLLO FRITTI

Buongiorno a tutti, oggi ultimo giorno di lavoro e poi due settimane di "relax".... insomma, per dire diciamo ho l'agenda piena di cene... cmq stamattina ho deciso di postare una ricetta che mi ha insegnato la mia mamma, che ieri sera mi ha chiamato dalla nostalgia, dicendo che non mi faccio mai sentire e chiedendomi quando poteva vedermi..... non sapete che dispiacere! Col vecchio lavoro passavo sempre nella pausa lavorando a 5 km di distanza, ora invece mi sono avvicinata a casa e mi mangerei tutto il tempo solo per arrivare e purtroppo finendo alle 18:30 di sera e visto che mio marito arrivata alle 20:30 per gli straordinari degli ultimi giorni, non posso farlo arrivare a casa senza niente da mangiare...... rimedierò nel wekk-end e per Ferragosto.... Mamma aspettami....
Sto tergiversando, eccovi la ricetta che io adoro:

Ingredienti:

2 petti di pollo
il succo di 2 limoni
farina per impanare
sale q.b.
olio per friggere

Tagliamo a straccetti il petto di pollo; lo mettiamo a "marinare" nel succo di limone fino a che non si imbiancherà bene, sgocciolare e passare nella farina impanandoli benissimo su tutti i lati, salate e nel frattempo fate scaldare l'olio; quando sarà ben caldo buttare il pollo e farlo rosolare molto bene; questo è il risultato.


Il tocco di aceto balsamico non manca mai nei miei piatti :)

FOCACCIA ALLE VERDURE

Buongiorno a tutti...... woooaaaaawww che sonno; oggi è martedì, - 4 alle ferie :) per assaporare un pò di relax estivo vi lascio un assaggio di questa focaccia veloce veloce che ho preparato l'altra sera con le rimanenze delle verdure dell'orto.

Ingredienti:

pomodorini nr. 5
zucchine nr. 2
rucola q.b.
farina 400 gr
acqua 1 bicchiere
olio evo q.b.
sale q.b.
lievito 1 cubetto

Con la farina fare la fontana, unire l'acqua con l'olio ed il sale; mescolare con un forchetta e in un buco a parte adagiare il lievito fatto sciogliere in precedenza nell'acqua tiepida e un pizzico di zucchero; amalgamare bene gli ingredienti fino a ricavare un impasto molto morbido che lasceremo riposare per almeno 1 h. Dopo che l'impasto sarà lievitato abbastanza bene, stenderlo in una teglia da forno; lavare e tagliare le verdure a piacere spargendole sulla focaccia ottenuta, spolverizzare di sale, io preferisco il fino per non trovare dei mattoni sotto i denti, un pò di olio su tutta la superficie ed inforniamo per 15 minuti finchè il tutto non sarà ben dorato.


PESCHE SCIROPPATE IN PADELLA

Ingredienti x 4 persone:

-          Nr. 4 pesche noci (senza “pelo”)
-          1 bicchiere di acqua
-          100 gr di zucchero
-          ½ sfogliatine da sbriciolare
-          Succo di ½ limone

Tagliare le pesche a spicchi non troppo grandi; far sobbollire in una padella antiaderente l’acqua con lo zucchero a fuoco molto basso (non deve caramellare); buttare le pesche tagliate e mescolare molto bene, lasciandole scaldare per ¾ minuti; togliere dal fuoco e adagiare il tutto su un piatto da portare con il relativo sughino di cottura; sbriciolare sopra una o due sfogliatine. Servire calde






Bon Appetit!

PUREA DI ZUCCHINE

Vi starete chiedendo cosa c'entrano le zucchine con il purè (come lo scrivo io....) e io anche quando l'ho letto un mesetto fa su una rivista di cucina che mi è stata regalata; avete presente quelle ricettine che sono scritte in piccolo piccolo ai lati della pagina senza immagini e che di solito nessuno guarda? Beh, proprio quella ha catturato la mia attenzione, diciamo che stavo cercando una destinazione per le decine di sacchetti di zucchine che mia madre mi ha dato quando sono tornata dal viaggio di nozze...... avrei preferito i tortellini, ma questa è un'altra storia :)..... cmq la ricetta non richiede latte e zucchero quindi perfetta per la mia intolleranza al lattosio ed al diabete di mio marito, sana e fresca.... Non esistono quantità poichè ognuno se la gioca a seconda del numero di commensali però cercherò all'incirca di mettere delle quantità per due persone. Eccola qui:

Ingredienti:

zucchine nr. 5
sale grosso q.b.
sale fino q.b.
pepe q.b.
olio evo 3 cucchiai
menta in foglie circa nr.5

Lessare le zucchine in abbondante acqua salata fino a che con la forchetta non sentite che sono abbastanza morbide per essere cavate dal fuoco, scolate l'acqua di cottura e schiacciate il tutto con una forchetta, proprio come se faceste un purè; salate e pepate, aggiungete i cucchiai di olio e le foglie di menta tritate; mescolate il tutto molto bene e fate scaldare in una padella antiaderente fino a che il composto non si asciuga dall'acqua.

Per come la vedo io si può utilizzare sia caldo che freddo, in questo caso l'ho spalmato sopra il petto di pollo ma ottima deve essere anche sopra la bruschetta abbrustolita con un pò di olio; visto il quantitativo industriale che ho dovuto fare per esaurire le scorte che avevo una parte l'ho congelata per l'inverno.

Bon Appetit