Benvenuti.. Mi chiamo Elisa, classe 1987, moglie di un marito meraviglioso, Paolo, il mio "assaggiatore di corte", figlia di due genitori splendidi, la mamma che mi ha ispirato con la sua passione nel preparare il ragù alla bolognese nei pomeriggi invernali con la condensa del vapore sulle finestre, il papà che mi ha regalato la sua dolcezza e la sua pazienza nell'assecondarmi in qualsiasi mia stramberia culinaria, facendomi i complimenti anche se il cibo non era dei migliori.

La cucina è diventata da poco una valvola di sfogo, un hobby rilassate dal quale, forse, pretendo troppo; non faccio mai la stessa ricetta due volte, sono sempre in continuo movimento nel cercare libri di cucina e sfogliarne le pagine fino ad arrivare all'ispirazione del momento. Una vera e propria passione l'ho trovata nei dolci, proprio io che ho un marito diabetico e una personale intolleranza al lattosio... buffo no? Così invento e modifico le ricette fino ad adattarle alle nostre esigenze, facendo lavorare l'immaginazione. Adoro indossare il grembiule che mi ha regalato la nonna da bambina, quando insieme preparavamo le crescentine fritte, sporcarmi di farina fino ai gomiti e poi dimenticandomi di essere sporca, me la spargo su tutta la faccia per spostarmi i ciuffi di capelli che rimangono fuori dalla coda, insomma, adoro il cibo... godiamocelo.

Tempura di orto e mare

Buona domenica a tutti, oggi mi sento meravigliosamente bene anche se il tempo atmosferico non è dei migliori; in realtà avevamo programmato una gita al mare perché dopo settimane di sole incessante con picchi di 25° a marzo ci sembrava sprecare un’opportunità che si è rivelata subito una fregatura poiché oggi la temperatura si è abbassata, il sole gioca a nascondino e sembra parecchio indeciso, lasciando per qualche secondo spazio alla pioggia che evidentemente non vuole tornare da queste parti lasciando i campi asciutti e le povere coltivazioni a bocca asciutta.
Non volendo sprecare però queste intenzioni diciamo “marinare” oggi propongo un piatto di pesce… :O sorpresona! Sapete che io ed il pesce non andiamo proprio d’accordo, anzi per nulla, ma questo sembrava semplice quindi mi sono detta: “si può fare!”
Non essendo molto esperta, è accostato dalle verdure che danno anche un bel colore.



Ingredienti:
Pesce:
anelline di seppia
polipini
gamberetti
Verdure:
carota nr.1
zucchina nr.1
melanzana nr.1
sedano nr.1 gambo
Tempura:
farina 100 gr
acqua ghiacciata frizzante 100 cc
1 lt di olio di semi per friggere

Per prima cosa, ricordate che la tempura deve essere molto fredda perché venga bene, quindi mettete almeno per un paio di ore l’acqua frizzante in frigorifero con del ghiaccio.
Lavate bene le verdure e tagliate a julienne, carota, zucchina e sedano, volendo anche la melanzana, ma io per fare prima di quest’ultima ho fatto delle fette più grandi.
Prendete fuori l’acqua dal frigorifero ed unite la farina, mescolando velocemente per evitare la formazione di grumi, vi accorgerete immediatamente della buona riuscita poiché si formerà questo composto che non deve essere troppo liquido altrimenti non aderirà alla verdura ed al pesce, ma piuttosto cremoso; ATTENZIONE: alcuni aggiungono anche un uovo, in questo caso ho preferito evitarlo, non volevo venisse fuori una vera e propria pastella, che avrebbe appesantito il risultato a mio avviso, ma chi preferisse può ovviamente aggiungerlo, alla cottura risulterà tutto più dorato.
A questo punto immergete prima la verdura e poi il pesce dentro la ciotola della tempura coprendo tutta la superficie e poi adagiate immediatamente nella friggitrice con olio già caldo lasciando in immersione per almeno 1 minuto per lato. CONSIGLIO: friggete prima la verdura, altrimenti anche quest’ultima prenderà il sapore forte del pesce, meglio ancora se riuscite a friggere in padelle diverse, ma immagino che, come me, non avete la cucina di un ristorante! J
Scolate bene il tutto dall’unto in eccesso su carta per fritti assorbente e servite in un piatto caldo.

Provate a fare dei coni di carta reciclata per alimenti, io ci ho messo una vita a trovarla, oramai non è quasi più in commercio perché dicono sia poco igienica… invece a me piace tantissimo, arrotolate un quadrato di carta da un lato all’altro fino a formare un cono contenitivo fissandolo con una pinzatrice e con un cucchiaio mettete dentro il fritto misto… sembrerà di mangiare sulla spiaggia.

Mauro e Rita Visentini - Il ducato del Benessere

Cari amici e amiche,
oggi niente ricette, solo buone notizie.
Un giorno come tanti ho aperto la mia posta elettronica dove di solito compaiono pubblicità a valanga, poche catene, richieste di amicizia di persone mai viste o sentite, una mail mi ha colpito, era un indirizzo chiaro e conciso, era quello di Mauro Visentini, e voi direte... quindi? Quindi per me è stata una grande sorpresa e un grande piacere, per la prima volta stava accadendo quello che tanto desideravo, un confronto e dei consigli, si perchè si parlava di passatelli in brodo.... uhm ne mangerei un piatto anche adesso.... e poi da lui, esperto culinario con un'esperienza consolidata, è stato un grande onore e piacere.
Mauro è una persona deliziosa, ma soprattutto generosa, più e più volte mi consiglia ricette e le condivide con me e per questo lo ringrazierò sempre, ora Mauro insieme alla moglie Rita hanno cominciato una nuova avventura, potete seguire la loro rubrica su: IL DUCATO DEL BENESSERE alla pagina ACQUERELLI PAESANI, blog in cui viene pubblicizzato il ducato estense nelle sue varie sfaccettature, dal cibo al turismo; Mauro e Rita vi accompagneranno per queste terre attraverso i loro racconti della Provincia, scavando all'interno dei ricordi non solo condividendo vicende, ma anche piatti e ricette legati alla tradizione, alcune volte rivisitate in chiave moderna.
Vorrei invitarvi a dare un'occhiata voi stessi alla loro pagina, conoscere la loro storia e constatare di persona quanto sia meraviglioso perdersi nel vortice dei ricordi che inevitabilmente coinvolgono e stupiscono.

Grazie a Mauro, Rita e Paco (il gatto) :)

Riso e Radicchio

Piatto veloce velocissimo!!!! Meno ingredienti di così non si può, certo, se anche voi vi trovate con il frigo mezzo vuoto, poco tempo, anzi quasi nullo e voglia di cucinare pari a zero... Ecco la soluzione:



Ingredienti per 2 persone:

150 gr di riso 
1/2 caspo di radicchio rosso
1 dado da brodo vegetale
olio evo q.b
e basta...... (strano vero?)

In una pentola, facciamo bollire dell'acqua, aggiungiamo il dado da brodo, preferire quello vegetale, mescoliamo e buttiamo il riso che cuocerà per 20 minuti pieni; in un padellino, adagiamo un filo di olio evo e facciamo cuocere con il coperchio il radicchio tagliato a striscioline.
A fine cottura del riso, scoliamo bene e amalgamiamo al radicchio, mescoliamo bene e mangiamo no????

Consiglio di provare la versione estiva; questo piatto si presta molto bene per essere anche freddo, tipo insalata di riso.

SPIEDINI DI FRITTATA PER PIC NIC


Serata da single, cena light con minestrone di verdura cotto in pentola a pressione, che io adoro, aprirei un fan club della pentola a pressione, chi si unisce? Comoda, veloce e pratica. Certo, la paura che esploda c’è sempre J ma si compensa con la versatilità e l’utilità.
Stasera sono già un frullatore di idee primaverili, è il periodo dell’anno che preferisco anche a livello del gusto, arrivano gli asparagi che mangio a colazione, pranzo e cena e soprattutto si possono fare i pic-nic ai quali immancabilmente piove tutte le volte che ne organizzo uno, obbligandoci a rintanarci in casa… comunque, proprio pensando ad un pic-nic stasera posto questi spiedini carini e veloci da preparare, che ho visto ad un buffet l’anno scorso con aggiunta di olive, che però al momento non ho in casa.
INGREDIENTI PER 4 PERSONE
6 uova
300 gr di spinaci lessati
40 gr di parmigiano grattato
2 rametti di prezzemolo
8 carciofi sottolio
noce moscata
sale, pepe
Preparate la classica frittata sbattendo le uova con parmigiano, sale, pepe, noce moscata ed unite gli spinaci tritati finemente.
Cuocete in un padellino con un filo di olio per non attaccare il composto al fondo, girando da entrambi i lati.
Quando la frittata è fredda tagliatela a dadi e create degli spiedini alternando con carciofi sott’olio.
Adoro questo piatto con un’insalata di valeriana fresca….Gustosissima.                    

Dolci Ricordi: ma gli angeli bevono davvero caffè?

Vorrei mettere da parte per una volta le pentole e dedicare questo post ad uno dei miei angeli.

Oggi è il suo compleanno, del mio angelo, sarebbero 34!
Che bello dopo tanti anni ricordarlo con il sorriso, parlarci come se fosse sempre dietro di me e perchè no... ogni tanto scherzarci quando le cose non vanno come vorrei.... no, non sono matta, tranquilli, solo grata dopo tanto tempo di ricordarlo così vicino, così vivido nella mente.

Sono la cugina più piccola della famiglia, con una differenza notevole di età con il più grande e sempre mi sono sentita in disparte per questione di argomenti, di maturità, di interessi, ma sorrido ora e anche un pò mi commuovo pensando a lui, che mi ha sempre coccolato e viziato con la sua presenza e la sua allegria, che bello il suo sorriso, la sua gioia di vivere.

Il ricordo più bello? Quando mi alzava tra le sue braccia facendomi volare sopra la sua testa con la nonna ad occhi spalancati dalla preoccupazione... i miei due angeli!

Soprattutto in queste occasioni, penso di aver fatto bene ad aprire un blog tutto mio, passione per la cucina a parte, perchè qui è tutto più facile, parlare ed aprirsi a voi che leggete; è triste pensare che certi argomenti siano tabù, così difficili da esprimere, da affrontare... Che bello poterne parlare così liberamente, poter ricordare così semplicemente, poter vivere i nostri sentimenti senza pregiudizi.

Quindi auguri angelo mio, se poi organizzate una festa lassù, almeno fammi avere un pò di torta. :) O bevete solo caffè????? :) :)
Un bacio
Elisa

Cupcake al cioccolato "gratellato"

Buon venerdì a tutti quanti!
Questa settimana sono stata un pò malaticcia, ma girovagando per il web ho constatato che non ero la sola ad essere circondata da miriadi di fazzoletti, spray ed unguenti; però c'è sempre un lato positivo, non sono mai riuscita a fare tante cose come in queste giornate... io non riesco a stare a letto neanche con 39° di febbre, mi dovrebbero legare al letto, ed anche in questo caso opporrei resistenza, così, a parte qualche oretta in cui mi sono buttata distrutta sul divano un pò febbricitante, per il resto del tempo ho cercato di fare il possibile per avere il fine settimana libero, così ho stirato, ho lavato a mano tende e cuscini, ho pulito, ho riordinato alcuni cassetti... ne ho fatte di ogni.... ma soprattutto ho sperimentato nuove creazioni culinarie che lascerò prossimamente.
Oggi invece, vorrei parlare con voi della mia nuova "avventura", così la chiamo io, nata per caso e con mio grande stupore... scriverò ricette per feste di compleanno sulla rubrica di Mamma Felice - Compleanni, innanzitutto ringrazio Barbara in primis che mi ha contattato e mi ha dato questa opportunità, che sono sincera, mi ha sorpreso non essendo io una cuoca esperta, ma mi ha fatto un'enorme piacere perchè il mio hobby, la mia passione, prende forme diverse, e ringrazio anche Barbara G., che mi supporta tecnicamente nelle strade per me oscure dell'informatica, non sapete che pazienza che ha con me..... Santa donna!







Ho voluto iniziare questo percorso con dei Cupcake, non tanto per l'aspetto, ma perchè sono sincera...... ho comprato dei pirottini favolosi. :p





INGREDIENTI PER 10 PERSONE
150 gr di farina 00
2 cucchiai di cacao amaro in polvere
1 cucchiaino di lievito in polvere
1 pizzico di sale
70 gr di burro
80 gr di cioccolato fondente
4 cucchiai di panna
200 gr di zucchero di canna
2 uova
70 gr di gocce di cioccolato
PER LA DECORAZIONE
60 gr di cioccolato fondente
60 gr di crema cioccolato al latte.
Ponete i pirottini di carta per muffin all’interno dello stampo apposito.
Spezzettate il cioccolato fondente e fatelo fondere con la panna a bagnomaria, mescolando frequentemente.
Lasciate raffreddare.
Setacciate in una ciotola, la farina, il cacao, il lievito ed il sale. Sbattete a parte il burro con lo zucchero e le uova. Unite tutti gli altri ingredienti e le gocce di cioccolato, mescolate con un cucchiaio.
Versate negli stampi, fino a metà, altrimenti al momento della cottura straborderanno dallo stampo. "Si dice straborderanno??????" :) Eh vai di nuove parole!
170° per 25 minuti e poi lasciatele raffreddare.
Per guarnirli, io adoro gratellare di cioccolato tutto quello che faccio (e vai un'altra parola... gratellare....??? in poche parole fare decori tipo griglia, questa l'ho proprio inventata :) ) e quindi fondete la cioccolata fondente, sempre a bagnomaria, spalmate sulla superficie uno strato di crema al cioccolato al latte e poi "gratellate" il cupcake, formando delle righe parallele e trasversali con quello fondente, aiutandovi con un cucchiaino da caffè (vedi foto).


Risotto ai Funghi

Quando vado al supermercato non posso fare a meno di comprare un sacchetto di funghi secchi... li adoro! Mi è sempre piaciuto l'odore ed ultimamente li butto dentro a tutto quello che cucino, pasta, carne, contorni...mi mancano solo nei dolci :)
Oggi un classico sempre al top: il risotto ai funghi.
Come tutte le cose, e come dice mia mamma, io non cucino in modo normale, difficilmente seguo le ricette, sono più il tipo "a sentimento" o più che altro il tipo da "quello che c'è in frigo" quindi spero non si offenda nessuno se questo risotto non è degno dei grandi classici.



Ingredienti per nr. 2 persone:

140 gr di riso arborio
1 cipolla
1 dado da brodo vegetale
50 gr funghi secchi

Per il brodo, facciamo bollire dell'acqua in una pentola e poi immergiamo il dado da brodo mescolando. Prima difficoltà, io non so mai quanta acqua mettere, infatti me ne rimane sempre in più e io l'utilizzo come scusa per preparare per la sera del minestrone di verdura.
In una ciotola mettiamo acqua fredda ed immergiamo i funghi secchi fino a che non si saranno ammorbiditi.
In una pentola facciamo dorare la cipolla tagliata a dadini sottili ed aggiungiamo il riso mescolando di continuo a fiamma bassa, quando sarà ben tostato, aggiungiamo un mestolo di brodo alla volta e continueremo con questo procedimento fino alla cottura. In un padellino con un filo d'olio, e qualche foglia di prezzemolo, lasciamo cuocere i funghi e uniamo al riso mescolando.
Impiattiamo e gustiamocelo in compagnia.