Benvenuti.. Mi chiamo Elisa, classe 1987, moglie di un marito meraviglioso, Paolo, il mio "assaggiatore di corte", figlia di due genitori splendidi, la mamma che mi ha ispirato con la sua passione nel preparare il ragù alla bolognese nei pomeriggi invernali con la condensa del vapore sulle finestre, il papà che mi ha regalato la sua dolcezza e la sua pazienza nell'assecondarmi in qualsiasi mia stramberia culinaria, facendomi i complimenti anche se il cibo non era dei migliori.

La cucina è diventata da poco una valvola di sfogo, un hobby rilassate dal quale, forse, pretendo troppo; non faccio mai la stessa ricetta due volte, sono sempre in continuo movimento nel cercare libri di cucina e sfogliarne le pagine fino ad arrivare all'ispirazione del momento. Una vera e propria passione l'ho trovata nei dolci, proprio io che ho un marito diabetico e una personale intolleranza al lattosio... buffo no? Così invento e modifico le ricette fino ad adattarle alle nostre esigenze, facendo lavorare l'immaginazione. Adoro indossare il grembiule che mi ha regalato la nonna da bambina, quando insieme preparavamo le crescentine fritte, sporcarmi di farina fino ai gomiti e poi dimenticandomi di essere sporca, me la spargo su tutta la faccia per spostarmi i ciuffi di capelli che rimangono fuori dalla coda, insomma, adoro il cibo... godiamocelo.

Carbonara di Asparagi


Eh ma non si fa! Come se non bastasse il lavoro, ora ci si mettono anche gli Europei di calcio a distrarre Paolo dalle buone giornate di sole domenicale da passare fuori casa.... anche se con il suo dito del piede rotto non è che andiamo molto lontano, un giro veloce in cortile, meglio di niente.
"Solo la partita dell'Italia" mi dice "poi giuro quella di stasera non la guardo".
Da quel che ho capito sono due partite al giorno.... scusate l'ignoranza!
Ah ah, certo! Ci devo credere? Intanto ieri sera faceva tanto l'indifferente ma ogni due minuti mi rubava il telecomando per controllare il risultato tra Olanda e Danimarca credo e stamattina ha detto "Ma su dai! Almeno quella di ieri sera non l'ho guardata!!" Eh certo, vorrei anche vedere eravamo in compagnia.
Non sono proprio il tipo di moglie che appoggia questo fanatismo maniaco di ventidue milionari strapagati, tanto è vero che nuoce gravemente alla mia salute stare anche solo nella stessa stanza durante i 90 minuti del gioco, rischio tachicardia da esultazione tifosa al tanto agognato goal.... mi verrà un infarto prima o poi me lo sento e già immagino l'infermiera del pronto soccorso piegata dalle risate nel vedermi come una volpe durante il periodo di caccia.

Passiamo alla cucina! Esperimento riuscitissimo dell'ultimo minuto, una carbonara alternativa e più light con asparagi.

Ingredienti:
140 gr di pasta (io adoro le farfalle)
2 uova
sale, pepe, noce moscata q.b.
asparagi (io ne uso un mazzetto intero)

Tagliate a tocchetti gli asparagi lavati sotto acqua corrente, eliminando la parte più dura, di solito si riconosce perchè è quasi impossibile da tagliare. Lasciate cuocere in acqua salata per una ventina di minuti.
Cuocete al dente la pasta in abbondante acqua salata; nel frattempo sbattete le uova in una ciotola mescolando con sale, pepe e noce moscata a vostro piacimento.
Scolate la pasta, rimettetela nella pentola unendo il composto di uova e gli asparagi e mescolate il tutto molto bene. Servite subito e mangiatene a volontà. ;)

7 commenti:

Manuela e Silvia ha detto...

Una variante ottima e leggera!
bacioni

Simo ha detto...

adoro le carbonare di verdura!
Non parlarmi di sport...il mio fa pure il connubio fra calcio e formula uno...vedi un pò......grrrr

Elisa ha detto...

Ahhh povera Simo, non ti invidio ;), il mio guarda solo la partenza della Formula Uno.... per fortuna.

Grazie Manuela e Silvia, sarà che sono intollerante al maiale e la pancetta me la sogno di notte, ma questa carbonara non me ne ha fatto sentire la mancanza neanche un pò'
Bacioni

mimi ha detto...

Come capisco! Io ho un marito triatleta e quindi mi becco ogni genere di sport, partita, allenamento....complimenti per le ricette, mi aggiungo volentieri ai tuoi followers!!

Elisa ha detto...

Ciao cara Mimi,
ahhh i multi atleti, vivono di sport, asciugamani sudati e bottigliette d'acqua al fianco ;) dovremmo farli incontrare tutti questi mariti/fidanzati e noi ci consoliamo con lo shopping. :)

stefanoSTRONG ha detto...

aò non prendete in giro imariti triathleti, in fondo hanno solo bisogno di una moglie che ogni tanto ricordi loro quanto sono bravi e forti! :)

Elisa ha detto...

Ahhhh Stefano ci hai beccate :) :) Benvenuto nel mio blog.
A presto
Elisa

Posta un commento

Cari amici, grazie per essere passati nel mio piccolo blog, se volete lasciatemi dei commenti e suggerimenti per migliorare sempre di più.
Grazie
Elisa