Benvenuti.. Mi chiamo Elisa, classe 1987, moglie di un marito meraviglioso, Paolo, il mio "assaggiatore di corte", figlia di due genitori splendidi, la mamma che mi ha ispirato con la sua passione nel preparare il ragù alla bolognese nei pomeriggi invernali con la condensa del vapore sulle finestre, il papà che mi ha regalato la sua dolcezza e la sua pazienza nell'assecondarmi in qualsiasi mia stramberia culinaria, facendomi i complimenti anche se il cibo non era dei migliori.

La cucina è diventata da poco una valvola di sfogo, un hobby rilassate dal quale, forse, pretendo troppo; non faccio mai la stessa ricetta due volte, sono sempre in continuo movimento nel cercare libri di cucina e sfogliarne le pagine fino ad arrivare all'ispirazione del momento. Una vera e propria passione l'ho trovata nei dolci, proprio io che ho un marito diabetico e una personale intolleranza al lattosio... buffo no? Così invento e modifico le ricette fino ad adattarle alle nostre esigenze, facendo lavorare l'immaginazione. Adoro indossare il grembiule che mi ha regalato la nonna da bambina, quando insieme preparavamo le crescentine fritte, sporcarmi di farina fino ai gomiti e poi dimenticandomi di essere sporca, me la spargo su tutta la faccia per spostarmi i ciuffi di capelli che rimangono fuori dalla coda, insomma, adoro il cibo... godiamocelo.

MACCHERONI AL LIMONE

Martedì pomeriggio..... e tempo orribile, sembra che qui l'estate sia un lontano ricordo; da un paio di giorni siamo saltati immediatamente fino a metà novembre e con la stagione anche il mio umore...... vorrei andare in letargo come gli orsi, che invidia.
Oggi posto una ricetta che è in archivio da qualche settimana, in attesa di giornate come queste in cui anche i miei fornelli sono pigri.

Ingredienti per 2 persone:

150 gr di maccheroncini
sugo di pomodoro
foglie di basilico fresco
pepe nero
buccia di limone grattugiata

Cuociamo la pasta in modo classico, in acqua bollente e salata; nel frattempo facciamo scaldare il pomodoro in un padellino con sala e pepe, tritiamo il basilico grossolanamente e uniamo al pomodoro mescolando molto bene. Uniamo il tutto e dopo aver fatto amalgamare il tutto molto bene grattugiamo sopra un pò di buccia di limone per darci qual sapore amarognolo che lo contraddistingue.


Diamo a Cesare quel che è di Cesare, o per meglio dire di Paolo, poichè ultimamente mi sono molto data ai dolci viste feste di compleanno e ingredienti prossimi alla scadenza, lui ha compensato la parte mancante del pasto e anche questa ricetta è opera sua.

2 commenti:

a piedi nudi sul divano ha detto...

Già... ormai è autunno. La tua pasta mi ispira molto. La proverò.

Le Ricette di Tina ha detto...

sai che profumo!!!mmm che buoni tesoro!!

Ho indetto un altro contest ti và di partecipare?ti aspetto!!un bacione

Posta un commento

Cari amici, grazie per essere passati nel mio piccolo blog, se volete lasciatemi dei commenti e suggerimenti per migliorare sempre di più.
Grazie
Elisa