Benvenuti.. Mi chiamo Elisa, classe 1987, moglie di un marito meraviglioso, Paolo, il mio "assaggiatore di corte", figlia di due genitori splendidi, la mamma che mi ha ispirato con la sua passione nel preparare il ragù alla bolognese nei pomeriggi invernali con la condensa del vapore sulle finestre, il papà che mi ha regalato la sua dolcezza e la sua pazienza nell'assecondarmi in qualsiasi mia stramberia culinaria, facendomi i complimenti anche se il cibo non era dei migliori.

La cucina è diventata da poco una valvola di sfogo, un hobby rilassate dal quale, forse, pretendo troppo; non faccio mai la stessa ricetta due volte, sono sempre in continuo movimento nel cercare libri di cucina e sfogliarne le pagine fino ad arrivare all'ispirazione del momento. Una vera e propria passione l'ho trovata nei dolci, proprio io che ho un marito diabetico e una personale intolleranza al lattosio... buffo no? Così invento e modifico le ricette fino ad adattarle alle nostre esigenze, facendo lavorare l'immaginazione. Adoro indossare il grembiule che mi ha regalato la nonna da bambina, quando insieme preparavamo le crescentine fritte, sporcarmi di farina fino ai gomiti e poi dimenticandomi di essere sporca, me la spargo su tutta la faccia per spostarmi i ciuffi di capelli che rimangono fuori dalla coda, insomma, adoro il cibo... godiamocelo.

CROCCHETTE DI PATATE

Buongiorno a tutti quanti e soprattutto buon 150° anniversario alla nostra Italia, dove per un giorno, finalmente, vengono messe da parte le polemiche e si parla solo di ciò che di bello è stato fatto nel nostro paese.
Oggi, nonostante la giornata patriottica, propongo una ricetta che a poco a che fare con l'Italia, le crocchette di patate; chi non adora le crocchette, io ne vado assolutamente ghiotta e sono pronta ad infilzare le mani di chiunque tenti di rubarmele dal piatto. :)

Ingredienti

patate 300 gr
sale, pepe, noce moscata q.b.
2 uova
pan grattato
olio per friggere

Pelate le patate e lavatele molto bene sotto l'acqua corrente, in un tegame mettiamo dell'acqua con del sale grosso q.b. a bollire e ci immergeremo le nostre patate per 20/30 minuti finchè non saranno ben cotte.
Terminata la cottura le passiamo nello schiaccia patate fino ad ottenere il classico purea che lasceremo raffreddare finchè non sarà abbastanza tiepido da poterci mettere un uovo senza che questo si cuocia; mescoliamo patate e uovo e insaporiamo il tutto con sale, pepe e noce moscata a vostro gusto.
In un piatto sbattiamo l'uovo rimasto, mentre in un altro distribuiamo il pan grattato. Con il composto di patate modelliamo la classica forma cilindrica delle crocchette, a piacimento si possono fare anche rotonde, immergiamo dentro l'uovo sbattutto e successivamente nel pan grattato; come sapete adorando le crosticine croccanti, io ho ripetuto questo passaggio due volte per far formare uno strato abbastanza spesso di doratura. In una padella facciamo scaldare l'olio e immergiamo le crocchette ottenute girandole su tuti i lati per facilitare una frittura omogenea; devono raggiungere la classica doratura color mattone per essere pronte.




Ora corro ad ultimare la millefoglie che porterò oggi a mezzogiorno presso la sede della banda dove suona Paolo, hanno avuto la bellissima idea di pranzare tutti quanti insieme e poi andare a suonare per il concerto dell'anniversario.

Bon Appetit!

9 commenti:

un papero in cucina ha detto...

che buoneeee le crocchetteeeeeeeee :) :) e buona giornata elisa
un bacio

Barbara Palmisano ha detto...

Sono la mia passione! :)

Lady B. ha detto...

Le adoro!!!

rossella ha detto...

da noi si chiamano....PANZAROTTI::::::::::::LI AMO....DA OGGI TI TENGO D'OCCHIO :::SE VUOI PASSA DA ME!!!!!!

valerioscialla ha detto...

anche io le adoro, fantastiche le tue che son venute benissimo. Complimenti

Mousse ha detto...

Ne mangerei un quantitativo indicibile.
Le tue sono venute benissimo.
Complimenti.
Un abbraccio,Fausta

Caterina ha detto...

Che buone!!!! Sono irresistibili!!

Erica ha detto...

come non amare le crocchette?
deliziose ^_^

Elisa ha detto...

Eh già, immaginavo ci fosse un pubblico vasto come amanti delle crocchette.
Ne approfitto per dare il benvenuto a Rossella.

Posta un commento

Cari amici, grazie per essere passati nel mio piccolo blog, se volete lasciatemi dei commenti e suggerimenti per migliorare sempre di più.
Grazie
Elisa