Benvenuti.. Mi chiamo Elisa, classe 1987, moglie di un marito meraviglioso, Paolo, il mio "assaggiatore di corte", figlia di due genitori splendidi, la mamma che mi ha ispirato con la sua passione nel preparare il ragù alla bolognese nei pomeriggi invernali con la condensa del vapore sulle finestre, il papà che mi ha regalato la sua dolcezza e la sua pazienza nell'assecondarmi in qualsiasi mia stramberia culinaria, facendomi i complimenti anche se il cibo non era dei migliori.

La cucina è diventata da poco una valvola di sfogo, un hobby rilassate dal quale, forse, pretendo troppo; non faccio mai la stessa ricetta due volte, sono sempre in continuo movimento nel cercare libri di cucina e sfogliarne le pagine fino ad arrivare all'ispirazione del momento. Una vera e propria passione l'ho trovata nei dolci, proprio io che ho un marito diabetico e una personale intolleranza al lattosio... buffo no? Così invento e modifico le ricette fino ad adattarle alle nostre esigenze, facendo lavorare l'immaginazione. Adoro indossare il grembiule che mi ha regalato la nonna da bambina, quando insieme preparavamo le crescentine fritte, sporcarmi di farina fino ai gomiti e poi dimenticandomi di essere sporca, me la spargo su tutta la faccia per spostarmi i ciuffi di capelli che rimangono fuori dalla coda, insomma, adoro il cibo... godiamocelo.

CIAMBELLA DI NONNA IVA

Buon mercoledì a tutti. Mi sono assentata per qualche giorno, ma per mancanza di connessione, non certo perché non volessi essere presente.
Oggi vi lascio la ricetta di una ciambella che più semplice non si può, ma che per me ha un grande valore affettivo; dovete sapere che ho fatto questa ricetta diverse volte e poi l’ho gustata sempre con la Nonna Iva, che non è proprio la mia nonna, ma è una simpatica ed arzilla vecchietta che ormai ha superato i 90 da un po’ ed è la mia vicina di casa, mi ricordo che quando ancora andavo a scuola, passavo quasi tutti i pomeriggi insieme a lei a bere il thè e mangiare una fetta di questo dolce che vado a descrivere:

3 uova
300 gr di zucchero
150 gr di fecola di patate
150 gr di farina
½ bicchiere di latte di soia
½ bicchiere di olio di semi
1 bustina di lievito

Sgusciare le 3 uova in una ciotola capiente, sbatterle con una forchetta molto bene ed aggiungere lo zucchero; lavoriamo con le fruste elettriche per almeno 5 minuti, otterremo un composto omogeneo, di un bel colore giallo pastello con qualche bollicina. Setacciamo molto bene la farina e la fecola, aggiungendone poco alla volta al composto delle uova e zucchero, alternando con i liquidi (1/2 bicchiere di latte e ½ di olio). Amalgamiamo molto bene tutti gli ingredienti, lasciando per ultima la bustina di lievito.
Riscaldiamo il forno a 180°, imburriamo molto bene uno stampo per ciambella col buco e versiamo il composto, infornandolo per 40 minuti. Mi raccomando, non aprite mai il forno, altrimenti si sgonfia.


9 commenti:

Patrizia ha detto...

Il classico ciambellone della nonna non tramonta mai!!!! E' sempre gradito a tutte le ore da grandi e piccoli....Ti è venuto benissimo...brava...un bacio

Marcella ha detto...

UN classico intramontabile! Da tuffare nel latte caldo...
Bravissima!

Elisa ha detto...

Esatto, è proprio vero, vedo che la pensiamo nello stesso modo.

Caterina ha detto...

Adoro questi dolci, quelli che sanno di semplicità, di profumo di casa, di nonne e di sbuffi di farina, sono i miei preferiti da mangiare e da preparare! Davvero una buonissima ciambella, faccio i complimenti a te ma ti prego di farli anche a nonna Iva! :-)

valerioscialla ha detto...

un ciambellone bellissimo e buonissimo, come solo le nonne sanno farlo

Erica ha detto...

quanto son buone le fette di ciambellone per colazione... eheh ^_^ bellissimo

Imbini Pasticcini ha detto...

ciao!!complimenti per il blog mi sono aggiunta tra i tuoi sostenitori per non perderti di vista!!=))) se ti va di passare da me mi farebbe davvero molto piacere!!=)
questo cimbellone è veramente perfetto...me lo immagino sul tavolo di primo mattino per colazione....così si...sarebbe veramente un magnifico risveglio!!=D
questa me la salvo!!=))) a presto buon giovedì Valentina

Elisa ha detto...

Ciao Valentina,
benvenuta nel mio modesto blog di cucina, che piacere conoscerti.
Corro a visitare il tuo blog.

un papero in cucina ha detto...

che bello quando ci sono le nonne che insegano :D e sopratutto quando ci sono poi dei ricordi...che belle queste cose :) mi piacciono un sacco
brava :D un bacio

Posta un commento

Cari amici, grazie per essere passati nel mio piccolo blog, se volete lasciatemi dei commenti e suggerimenti per migliorare sempre di più.
Grazie
Elisa