Benvenuti.. Mi chiamo Elisa, classe 1987, moglie di un marito meraviglioso, Paolo, il mio "assaggiatore di corte", figlia di due genitori splendidi, la mamma che mi ha ispirato con la sua passione nel preparare il ragù alla bolognese nei pomeriggi invernali con la condensa del vapore sulle finestre, il papà che mi ha regalato la sua dolcezza e la sua pazienza nell'assecondarmi in qualsiasi mia stramberia culinaria, facendomi i complimenti anche se il cibo non era dei migliori.

La cucina è diventata da poco una valvola di sfogo, un hobby rilassate dal quale, forse, pretendo troppo; non faccio mai la stessa ricetta due volte, sono sempre in continuo movimento nel cercare libri di cucina e sfogliarne le pagine fino ad arrivare all'ispirazione del momento. Una vera e propria passione l'ho trovata nei dolci, proprio io che ho un marito diabetico e una personale intolleranza al lattosio... buffo no? Così invento e modifico le ricette fino ad adattarle alle nostre esigenze, facendo lavorare l'immaginazione. Adoro indossare il grembiule che mi ha regalato la nonna da bambina, quando insieme preparavamo le crescentine fritte, sporcarmi di farina fino ai gomiti e poi dimenticandomi di essere sporca, me la spargo su tutta la faccia per spostarmi i ciuffi di capelli che rimangono fuori dalla coda, insomma, adoro il cibo... godiamocelo.

INVOLTINI DI TACCHINO CON CAROTE

Che brutta serata :(, il dottore mi ha dato 12 punture da fare come ricostituente in previsione della primavera e del caldo, periodo in cui io di solito ho la consistenza di un mollusco visto la mia scarsa energia ed il mio peso non troppo elevato..... Non sono contenta per niente, io odio le siringhe, e lo sa, perchè me le ha date, esistono fiale, polverine, tutto ma non le punture......Faccio i capricci come una bambina, ma su certe cose non transigo.
Ah dimenticavo, ho appena fatto la prima, brucia da impazzire, mi sembra di avere una chiappa enorme.... si può dire?.... ormai.... Che pazienza.

Per tirarmi su il morale ho preparato questi piccoli involtini di tacchino, per chi ancora non lo sapesse sono intollerante al maiale, quindi prediligo le carni bianche e il manzo, facendo contenti anche chi vuole mangiare un pò light, e li ho farciti con dei fiammiferi di carota, che con il loro colore arancione fanno contrasto con il pallore della carne, ma vediamo la ricetta, facile facile:

INGREDIENTI: X 1 PERSONA

1 bistecca di tacchino
1 carota
sale
olio extra vergine di oliva

Su un tagliere con lo sbatticarne, cerco di appiattire il più possibile la bistecca, perchè a me la carne piace abbastanza sottile e la taglio in tre parti per creare delle piccole bistecchine; a parte lavo la carote, la privo del capo e della coda, la spello e facendo molta attenzione con un coltello da cucina, la taglio a fiammifero non troppo sottile. Deposito alcune carote ad un'estremità di ciascuna bistecchina e le arrotolo su se stesse fermandole con un fiammifero. In un padellino anti aderente aggiungo un filo di olio e adagio i miei involtini che lascerò cuocere a fuoco non troppo alto per 10/12 minuti massimo.
Ecco il risultato.

Bon Appetit!

9 commenti:

Angelica ha detto...

anch'io ho paura delle punture e degli aghi!e tanto per cambiare devo fare sempre le analisi!uffi!!!
comunque consoliamoci con questi involtini saporitissimi!

Caterina ha detto...

Nooooo...noooo...le punture noooooo!!! :-(((
Mi rendo conto che così non ti sollevo il morale, ma anche io ho una fifa degli aghi!! :-(
Però il tuo involtino sì che mette di buon umore! Li ho fatti mille volte, ma di farcirli con le carote non ho mai pensato.,..grazie per il suggerimento, Eli!
...dai, che presto tornerai in forma!! :D Baciii!

Marcella ha detto...

MI dispiace per questa storia delle punture...fatti coraggio -1.
Questi involtini sembrano proprio deliziosi

Elisa ha detto...

Grande ragazze, potremmo fondare il club anti ago.
Ho sempre detto che dovrebbero inventare il prelievo della saliva, anziché quello venoso. Che è meglio.

Erica ha detto...

come ti capisco sulle punture...
la ricetta in compenso è bellissima dai :D

Angela ha detto...

gnam ganm buona la ricetta.. Mi spiace per le punture :(

Ely ha detto...

uhhhh ho fatto ultimamente delle punture di vitamina B mi pare facevano un male pazzesco!!!!!
mi piacciono questi involtini come mi piace l'idea della carota come ripieno :-) baci Ely

LAURA ha detto...

Che bel piatto solare, è molto invitante!!!
Coraggio per le punture, chissà che alla fine tu sia al massimo della forma!!!

stefy ha detto...

Sfizioso e gustoso l'abbinamento di tacchino e carote...mai provato ma bellissimo effetto colorato nel piatto....un bacino la stefy

Posta un commento

Cari amici, grazie per essere passati nel mio piccolo blog, se volete lasciatemi dei commenti e suggerimenti per migliorare sempre di più.
Grazie
Elisa