Benvenuti.. Mi chiamo Elisa, classe 1987, moglie di un marito meraviglioso, Paolo, il mio "assaggiatore di corte", figlia di due genitori splendidi, la mamma che mi ha ispirato con la sua passione nel preparare il ragù alla bolognese nei pomeriggi invernali con la condensa del vapore sulle finestre, il papà che mi ha regalato la sua dolcezza e la sua pazienza nell'assecondarmi in qualsiasi mia stramberia culinaria, facendomi i complimenti anche se il cibo non era dei migliori.

La cucina è diventata da poco una valvola di sfogo, un hobby rilassate dal quale, forse, pretendo troppo; non faccio mai la stessa ricetta due volte, sono sempre in continuo movimento nel cercare libri di cucina e sfogliarne le pagine fino ad arrivare all'ispirazione del momento. Una vera e propria passione l'ho trovata nei dolci, proprio io che ho un marito diabetico e una personale intolleranza al lattosio... buffo no? Così invento e modifico le ricette fino ad adattarle alle nostre esigenze, facendo lavorare l'immaginazione. Adoro indossare il grembiule che mi ha regalato la nonna da bambina, quando insieme preparavamo le crescentine fritte, sporcarmi di farina fino ai gomiti e poi dimenticandomi di essere sporca, me la spargo su tutta la faccia per spostarmi i ciuffi di capelli che rimangono fuori dalla coda, insomma, adoro il cibo... godiamocelo.

PIZZA

Buongiorno a tutti.

Oggi prepariamo il mio piatto preferito in assoluto. LA PIZZA. Evvai!!!! Con questo tempo orribile mi tira su il morale.

INGREDIENTI:

1 KG DI FARINA
ZUCCHERO UN PIZZICO
2 CUBETTI DI LIEVITO DA 15 GR L'UNO
SALE Q.B.
250 ML DI PANNA LIQUIDA

Cominciamo!
Per comodità impasto 500 gr di farina alla volta, perchè uso il robot da cucina; quindi tengo separati anche i cubetti di lievito.
Prendo due bicchieri che riempirò neanche fino a metà, in cui andrò a sbriciolare in ciascuno un cubetto di lievito, aggiungendo un pizzico di zucchero perchè lieviti meglio. Lascio riposare finchè non sarà abbastanza spumoso.
Nel frattempo riempio il robot con 500 gr di farina, metà panna liquida, e sale q.b., che andrò a collocare in un buco della farina che avrò fatto per evitare il contatto con il lievito, aggiungo un bicchiere di lievito e impasto finchè la palla non sarà uniforme.
Seguo lo stesso procedimento con gli ingredienti rimanenti e successivamente unirò in un unico impasto la pasta ottenuta. Faccio lievitare per 2 h in un contenitore ermetico.
Quando sarà ben lievitata, lavoro sul tagliere con il mattarello per appiattirla e darle la forma che desidero. Guarnisco con pomodoro (categoricamente fatto in casa) e mozzarella; ovviamente con gli ingredienti che preferite.
Per la cottura: la mozzarella la metto sempre verso la fine. Forno a 180° per 15 minuti.

Bon Appetit.

Nessun commento:

Posta un commento

Cari amici, grazie per essere passati nel mio piccolo blog, se volete lasciatemi dei commenti e suggerimenti per migliorare sempre di più.
Grazie
Elisa